Recent Posts

martedì 11 ottobre 2011

quella volta che freud
s'interessò al sesso delle anguille


In cattività, di anguilla non ne è nata neanche una. Quando si cattura un'anguilla, il suo sistema riproduttivo si spegne del tutto, come se volesse deliberatamente mantenere il segreto. Sigmund Freud era deciso a trovare la risposta. A Trieste, sezionò centinaia di anguille per vedere come funzionavano i loro organi sessuali. Alla fine, pubblicò uno studio la cui conclusione era che tutta quella ricerca si era rivelata uno spreco di tempo. Non era più vicino a capire le anguille di quanto non lo fosse stato all'inizio.



 

Ho appena cominciato a leggere un nuovo libro da metrò: Il libro dell'ignoranza degli animali, è parente di un altro spassoso libro da metrò cui ho fatto cenno tempo fa. Quello là mi pare sia più interessante di questo, ma anche questo se la cava (e al momento ho letto solo le voci acaro, albatro, alce, anguilla, ape, aquila e armadillo, gli armadilli sono un mondo).

Comunque l'immagine di Freud, a Trieste, tutto intento a sbuzzare quattrocento anguille mi è parsa abbastanza bizzarra.

5 commenti:

Shapa ha detto...

C'è il Tardigrado?

403 ha detto...

sì...

403 ha detto...

Sono andato a leggermelo saltando tutte le lettere tra la A e la T.

Gli armadilli sono un mondo ma il tardigrado è fantastico!!!

sexymorfea ha detto...

Ci stava Freud a Triesteeeeeeeeeeee????[IMMAGINE]

403 anguille[IMMAGINE]

403 ha detto...

> Ci stava Freud a Triesteeeeeeeeeeee????

be' sì, era ancora casa loro quella, faceva parte dell'impero asburgico e lui, studiando medicina, si recò alla Stazione Zoologica Sperimentale per cercare le gonadi delle anguille :)

> 403 anguille

i testi parlano di "circa 400" quindi, in effetti, potrebbero essere benissimo 403! è vero!

[IMMAGINE]

ShareThis