Recent Posts

sabato 8 gennaio 2011

è che non la sai...

Me ne sto seduto lì e me la sto pure un po' tirando da letterato (questo succedeva oggi, in galera).

Sto dicendo alla detenuta che, secondo me, deve proprio scriverlo quel suo libro autobiografico (o meglio riscriverlo, perché c'è già una prima stesura che però va cambiata parecchio) e, visto che la so lunga, le sto pure spiegando (io a lei) perché il suo libro sarebbe così utile e così unico.

Insomma, sono ganzissimo.

Poi però comincio quella maledetta frase...

– perché sai, lucrezia, a differenza di te, qui in carcere, in genere, ci sono o persone provenienti da ambienti criminali, o persone "normali" che hanno delin...

– insomma, dicevo, gente che per una sola volta nella vita ha delinqu... del... 

– ...

– andrea, scusa, cosa stai cercando di dire?

– che in genere o si è stati più volte in carcere, perché si è delinquenti abituali, oppure...

– ...

– oppure?...

– oppure, se non provieni da quel mondo, in carcere magari ci finisci lo stesso, ma una volta e basta perché, solo in quell'occasione lì, è capitato che hai delinqu...

– delin...  ehm...

– eh?!

– lucrezia, scusa, ma il participio passato di delinquere, com'è?...

– "delinquto" a te suona giusto? a me mica tanto...


Ecco. Uno ci mette più di un anno a farsi passare per uno che la sa, con quella donna lì, e poi casca, rovinosamente, sul participio passato di delinquere.

Altro che ganzissimo!

Fortuna che neanche lei la sapeva (ma c'è da dire che io sono madre lingua italiano, lei no!)
Poi me ne sono venuto a casa e mi sono avventato sul repertorio delle forme verbali flesse della Zanichelli e lì ho avuto la conferma di quanto, ormai, mi ero già figurato da me: "delinquere [...] usato solo nel pres. indic.; nel part. pres.; all'infinito" poi però, non pago, ho guardato sul Devoto-Oli e lì ho scoperto che esiste una forma, arcaica, di participio passato che, per altro, è "delinquito".

E sarebbe bastato dire "gente che ha commesso un reato""infranto la legge", o finanche "fatto una stronzata". Sigh!

E comunque la mia detenuta non si chiama per davvero lucrezia, lucrezia è uno pseudonimo, che non saprò coniugare i verbi, ma altri scamotaggi da letterato, come usare gli pseudonimi, sono capacissimo.


senza passare dal via (14)

2 commenti:

Shapa ha detto...

:)

403 ha detto...

grazie Shapa!
(temevo che la funzione "lascia un commento" di 403 mi si fosse disattivata :)

ShareThis