Recent Posts

giovedì 30 dicembre 2010

quattrozerotré

Funziona così: da parecchio tempo le cose migliori di questo blog stanno nella mia testa.

Un po'  sono pigro e un po' ho da scrivere per lavoro (in questi giorni poi ne ho assai, che ho fatto un pasticcio e mo' devo rimediare). Quindi, sempre più spesso, le idee che mi vengono in mente, restano lì. E sono pure idee buone (certo, è il mio parere).



 


C'è poi che io non sono abituato a scrivere senza che qualcuno mi paghi per farlo. Non l'ho mai fatto, non con continuità almeno, quattrozerotré è la prima volta.

Lo so, detto così poi sembra che me le la tiro (sì, un po' forse me la tiro, ma poco poco, giuro) o che io sono attaccato ai soldi (e invece questo, purtroppo, neanche è vero) ma io volevo dire un'altra cosa (oltre che tirarmela, intendo). È che se ti pagano poi vogliono che tu le cose le scrivi davvero. E quindi una buona idea che mi pagano io la scrivo, perché dopo che gliel'ho detta e mi hanno detto: "bella! scrivila!", io poi la devo scrivere, non c'è verso.
Una buona idea per quattrozerotré che mi viene io mi dico: "bella!"... poi mi dico: "dovrei proprio scriverla!"... poi mi dico: "ok, con calma, che prima magari ci sarebbe da scrivere di quell'altra bella idea che aspetta già da un po'..." e poi, in genere, non scrivo né l'una né l'altra, faccio invece un'altra cosa ancora. Faccio da mangiare, è un esempio, o scrivo qualcosa che mi pagano (che poi in questi giorni devo pure rimediare a un pasticcio che ho fatto), o fo un pisolino di pomeriggio (ma corto), o vo a far la spesa. Spesso leggo un libro (che quelli son pericolosi, ché alle volte dai libri vengono fuori altre idee, sia di quelle che ti pagano ma più facile di quelle che non ti pagano, che andrebbero proprio bene per quattrozerotré), altre volte sto al telefono con un amico o vado a mangiare il sushi. Chiacchiero con una vicina di casa, oppure vado a trovare un'amica all'ospedale o vado in galera per qualche ora (queste le ho dette vicine perché si somigliano, sono due cose che a dirle sembrano brutte, ma sono due cose che mi piace molto fare, ossia è chiaro che in un mondo ideale non ci sarebbe nessuno da andare a trovare né in ospedale, né in galera, quantomeno non così spesso, ma in un mondo ideale neanche starei a fare un post che spiega perché non faccio i post, farei direttamente i post e morta lì. Insomma questo non è un mondo ideale, immagino che lo sapevate già).

Spessisimo mi metto al computer ma, invece di scrivere un post, finisce che faccio il flâneur in giro per l'internet (e prima o poi capita che scopro cose interessantissime che magari neanche voi ne avete idea e, di sicuro, non ce l'avevo io, e che giocoforza andrebbero proprio raccontate qui, su quattrozerotré, ma io ci avevo già tutte quelle altre idee di prima da raccontare, che sono più di due, ne ho nominate due per brevità, e così è un guaio). Per dire, i postsecret usciti a natale ancora non li ho postati, e quelli son pure facili da fare.

Insomma, quello che volevo dirvi con questo post è che non so se le cose cambieranno, che un po' si va a periodi, ma un po' sono proprio fatto così io. Comunque se cambierà non sarà prima di fine gennaio. Ora lo sapete.

(Che non so se l'ho già detto, ma ho fatto un pasticcio sul lavoro e mo' devo rimediare, e ne avrò ancora per un mese almeno)

16 commenti:

anonimo ha detto...

La maggior parte delle cose che vorrei scrivere la penso pochi secondi dopo che è successo quello che vorrei scrivere (uno scambio di battute divertenti, cose curiose in giro..) o la sera mentre sono a letto e aspetto di addormentarmi e la giornata mi passa davanti o i pensieri vagano liberamente.
Una volta ero molto disciplinata e mi appuntavo cose ovunque e poi le scrivevo.
Ora sono pigra o incasinata o semplicemente in un momento diverso della mia vita e io e il mio blog scorriamo su binari diversi.
Magari poi cambia, o magari no.

In ogni caso: felice 2011!

(Si nota il passaggio a Siena, eh!)

anonimo ha detto...

:( mi mancherà molto questo posto, però ha avuto una vita molto più lunga della media... è che non ci si fa l'abitudine alla scomparsa dei blog. ormai però le esigenze comunicative "virtuali" - quando presenti - si soddisfano con altri mezzi.

403 ha detto...

@utente anonimo

:( mi mancherà molto questo posto

ma che fai, parti?
Guarda che io mica ho fatto un post per dire che chiudo. Ho fatto un post per dire che mi spiace che la media che ho tenuto, diciamo, negli ultimi due, tre mesi (decisamente sotto le mie possibilità) bisognerà aspettarcela ancora per un mese almeno, e poi chissà.

Ma quattrozerotré decisamente sotto le mie possibilità è comunque tre spanne sopra la media di quello che si trova girando, là fuori, per blog.

Quindi, perché chiudere?

403 ha detto...

@Frieda

Una volta ero molto disciplinata e mi appuntavo cose ovunque e poi le scrivevo.

Questo è molto utile, io adesso sono nella fase mi appunto le cose e poi non le scrivo. Poi, con calma, molta calma (che qui si fa tutto con calma, per carità) perdo il foglietto con gli appunti.

(Si nota il passaggio a Siena, eh!)

Ehm... non capisco come si faccia a capire che sono così ingrassato semplicemente leggendo un blog che, per di più, aggiorno poco.
È vero, ricciarelli, panpepato e finocchiona hanno lasciato il segno... pace...

viadellaviola ha detto...

il passaggio senese si nota per l'uso smodato di: fo!
ma io però voglio sapere che hai combinato al lavoro eh.

403 ha detto...

il passaggio senese si nota per l'uso smodato di: fo!

ahahaha

Viola, credo che la tua non si chiami neanche più intolleranza, ma proprio allergia, sai quando ti basta assumere un pezzettino piccino picciò di qualche cosa per riempirti di bolle? Ecco, io penso che il tuo domicilio coatto in toscana ti abbia ormai portato a questo... "l'uso smodato di fo" che dici tu, sai a quanto ammonta? Ho controllato, consta essere addirita di un "fo" (uno di numero).

Ora son qui a chiedermi quanto sia un uso moderato...

(e poi, io ti metto lì un mo' e un assai in apertura di post e tu mi noti solo un fo annegato nel testo... ma io non so...)

 ma io però voglio sapere che hai combinato al lavoro eh.

sì, sì, va bene... magari ci faccio un post... anzi, magari lo fo (altre bolle, ahì!)

ma con calma, eh :)

anonimo ha detto...

Frieda: ma Wikipedia è un lavoro che dà da vivere?

Ipofrigio

ehvvivi ha detto...

mi sento già orfana...

anonimo ha detto...

@Ipofrigio, no. Non è lavoro ma volontariato e ruba tempo al lavoro, al blog, ecc. ma sai com'è con le passioni ;-)

403 ha detto...

Vivi non fare così, è un po' triste ma il naturale corso delle cose...

E poi, per ogni blog che chiude vengono aperte dieci nuove pagine di facebook (e un gattino muore)  l'ho detto vero che non è il miglior mondo possibile? Però bisogna reagire...

Magari appena chiudo 403 vado su facebook e apro una pagina per protestare per questa cosa che chiudono i blog e proliferano le pagine facebook, speriamo di tirar su un frego di persone che aderiscono, che così poi forse un giorno riaprono tutti i bei blog che hanno chiuso (e magari pure qualche gattino torna dalla tomba)

ehvvivi ha detto...

io ho difficoltàa gestire i distacchi. ecco.
ps: glitterato fai sempre la tua porca figura

403 ha detto...

E glitterato non sono ancora niente, dovresti vedere la "foto artistica" di me mezzo nudo che ho mandato agli amici più intimi per gli auguri di buon anno!

anonimo ha detto...

mi sento esclusa.
se dalla vita in giù, la mia mail ce l'hai.
slog-ehvvì

403 ha detto...

a volte capita che ci si sente esclusi e non si ha modo di capire la fortuna che ci è toccata con quella esclusione lì... :)

ehvvivi ha detto...

non paraculeggiare.
ve-de-re[IMMAGINE]

403 ha detto...

È che a mandare le mie fotto mezzo nudo in giro poi rischio una denuncia per modestie sessuali...

ShareThis