Recent Posts

giovedì 6 settembre 2007

stamani, sul tardi

Esco di casa per andare al super qui a fianco. Attraverso la strada, sono proprio in quel pezzo di marciapiede di fronte al mio carraio dove l’altra volta mi sono accorto che stavo parlando da solo e qui incrocio un gruppetto di tre persone. Al centro c’è un uomo, abbastanza giovane, molto alto, che mi ricorda mio cugino.

Sono distanti il giusto da poter gettar loro alcune occhiate attente senza che questo mi paia sconveniente. Sono stupito. Il fatto è che quello in mezzo mi ricorda tanto mio cugino ma non assomiglia a mio cugino. Neanche cammina come mio cugino. Non gesticola o si veste come mio cugino. Mio cugino è pelato, quello ha tanto di barba e capelli, folti, per dire. Perché mai deve ricordarmi mio cugino?!
Un momento prima di perderli di vista, capisco. Ho appena incrociato il cantante jovanotti. E non l’ho riconosciuto subito, perché ho pensato prima a mio cugino. È che mio cugino, per il modo che ha di parlare, mi ha sempre fatto pensare a jovanotti e, evidentemente, vedendolo, il mio cervello ha fatto, lestamente, la connessione jovanotti-mio-cugino-luca senza prendersi la briga di relazionarmi sui singoli passaggi e comunicandomi solo la conclusione: “mio cugino luca”.

La prima cosa che ho pensato è stata: “in quel pezzetto di marciapiede a me capitano cose strane”.

La seconda cosa che ho pensato è “beh… non lo facevo poi così alto”.

La terza cosa che ho pensato è stata che cos’è che volevo mangiare per pranzo che omai ero arrivato al super.

10 commenti:

anonimo ha detto...

mi ricorda l'esperimento del priming. (un'informazione viene recuperata meglio se prima è attivata da qualcosa, anche in modo subliminale).

evidentemente se in quel marciapiede ti succedono cose strane, si vede che quello è il tuo sitio, quello di cui parla Castaneda, A scuola dallo stregone.

pbeneforti ha detto...

quel pezzetto di marciapiede dev'esser stato fatto con materiali presi da uno qualunque dei luoghi ove io cammino.

403 ha detto...

kat sì, forse è come dice castaneda... o forse è solo che di lì ci passo spesso per andare al supermarket :)


paolo fammi capì, il tuo passaggio rende i luoghi che visiti in qualche modo speciali?... li "magnetizzi" o cose simili? :P

flimsy ha detto...


. . alla fine cosa hai mangiato per pranzo ??


ehehhe


Buon week end caro


pbeneforti ha detto...

ehm, no, il senso era che cose come quelle che dici nel post a me capitano dappertutto e di continuo. :D

403 ha detto...

paolo ischerzavo! in realtà avevo capito di già... :)


flimsy volendo stare leggero, che poi avevo da lavorare parecchio, mi sono preso gli ingredienti per farmi questo panino: prosciutto crudo, carciofini sott'olio (nello specifico: carcioghiotto peperlizia) e giusto un filo di maionese...


buona fine di settimana anche a te!

flimsy ha detto...


ringrazia il tuo panino maionese e carciofi per averti dimostrato quanto la mente umana possa essere più assocativa che sociale !!


;)


403 ha detto...

io quel panino lo ringrazio a prescindere :)


è b-u-o-n-i-s-s-i-m-o

flimsy ha detto...


non sono proprio i miei gusti . . ma se va bene a te, buon panino con carciofi a tutti !!


Buona settimana caro


403 ha detto...

lo so, lo so... quello non è un panino per vegetariani, ebrei, musulmani, gente cui non piace la maionese o che comunque non apprezza il crudo... (sui carciofini invece non credo ci sia dibattito, il carcioghiotto piace a tutti :)


buona settima anche a te!


un abbraccio

ShareThis