Recent Posts

domenica 30 dicembre 2012

strani giorni

Due giorni fa, venerdì, mattina. Sono davanti alla stazione di siena, sto aspettando il torpedone che mi riporterà a milano. Ho una valigia coi vestiti e due valigie piene di libri, birra artigianale (toscana) e vino rosso (australiano, cileno e francese), ho anche una grossa borsa di plastica con dentro un mappamondo e una pentola in coccio in cui si possono cuocere solo patate (io sotto natale ricevo regali così).
Non sono il solo che aspetta alla fermata, saremo una decina.

Arriva un tizio vestito di blu, ci guarda e chiede: "è già passato il pullman per milano?"
Noi rispondiamo: "no".
E lui: "bene, sono il vostro autista, quando arriva il pullman ditegli che sono al bar".
E se ne va.

Due giorni fa, tarda mattinata. A milano una mia amica è alla cassa del teatro elfo-puccini. Compera due biglietti per sabato sera, lo spettacolo è «Alice Underground» di ferdinando bruni da lewis carroll. Alla cassa si sbagliano e le danno i biglietti per l'altro spettacolo che danno all'elfo. Lei non se ne accorge.

Due giorni fa, sera. Su Rai 5, ore 22:45, va in onda la seconda puntata di un programma tv: «Fumettology» è dedicata a diabolik. Dopo la sigla ci sono le sorelle giussani in uno spezzone di repertorio, poi un pezzetto d'intervista a giuseppe palumbo, sorridente e serafico, dice con calma quel che deve dire, poi c'è un pezzetto d'intervista a patricia martinelli, sorridente e affabile, poi un pezzetto con mario gomboli, calmo, sicuro e simpatico, quindi un pezzetto con tito faraci, uno tranquillo, che sa il fatto suo, a un tratto appare un esagitato che gesticola e parla concitato... sono io.

Il programma va avanti tutto così, brevi spezzoni delle varie interviste agli autori del maledetto criminale giustapposti tra loro a ritmo serrato. Sono tutti rilassati (dopo di me appaiono anche enzo facciolo, alfredo castelli e andrea carlo cappi) io sono l'unico che non se ne sta fermino al posto suo e che parla con giusto quel filo di enfasi di troppo.
E comunque, a me, vedermi parlare nella televisione fa strano, sarà che non sono abituato né a parlare nella televisione né a guardarmi.

Due giorni fa, sera. A trasmissione ancora in corso mi arriva un sms di mia nipote grande che mi sbertuccia un po': "zio famoso" seguito da una schiera di punti esclamativi e una faccina per chiarire che non dice sul serio.

Due giorni fa, tarda notte. Mi arriva una mail di mio babbo, non solo mi ha visto in tv lui, ma anche la mamma ha resistito sveglia (lei di solito è a dormire per le nove) la mail è piena di complimenti. Cose del tipo: "in televisione sembri addirittura magro" (cit.).

Ieri pomeriggio, venerdì. Una mia amica mi dà il suo regalo di natale: due biglietti per «Alice Underground» all'elfo-puccini. Poi lei parte per la svizzera. Neanche io mi accorgo che, in realtà, i biglietti sono per l'altro spettacolo.

Oggi pomeriggio, sabato. Me ne accorgo. Sento il teatro ed è impossibile cambiarli (lo sarebbe comunque, ma per di più «Alice Underground» è esaurito) non che non mi vada di vedere paolo poli (che è l'altro spettacolo) è che so che l'amica che me li ha regalati quando lo scoprirà ci rimarrà malissimo.

Stasera. Io e un'altra amica andiamo a vedere «Aquiloni» di paolo poli, basato sulle poesie di giovanni pascoli e vario canzonettame d'epoca e non (veramente di tutto, da addio lugano bella a la cucaracha passando per tripoli, bel suol d'amore e parecchie che non ho mai sentito in vita mia). Un buono spettacolo, a tratti sorprendente (poi stendiamo un velo pietoso sul fatto che io possa trovare sorprendente non solo lo spettacolo ma anche il pascoli, perché non amo ostentare la mia ignoranza).
Paoli poli non lo vedevo da più di dieci anni e, devo dire, che i suoi 83 anni se li porta magnificamente. Ed è impeccabile sia in completo, con bastone e cilindro, sia vestito da sciantosa.

Domani, domenica. Dovrò dire all'amica del regalo che ho gradito anche se c'è stato, come dire, uno scambio di pacchetti e lei – che su quel regalo ci aveva ragionato bene – si dispiacerà... e alle 17:30 danno in replica, sempre su Rai 5, «Fumettology».
La mamma ha già detto che lei, cascasse il mondo, mi riguarda.
Io, approfitto del fatto che non ho l'antenna tv, e farò altro (tanto ho il dvd).

("Addirittura magro", tsk!)

17 commenti:

laphilo ha detto...

per rigirare il coltello...
mi hanno detto che alice è bellerrimo.

e poi tu nel tuo post hai scritto la parola torpedone, ho vacillato.

andrea 403 ha detto...

mi hanno detto che alice è bellerrimo.

si sente dire tante cose, in giro... poi vai a fidarti.

e poi tu nel tuo post hai scritto la parola torpedone, ho vacillato.

meglio "corriera"?...

Marco Bertoli ha detto...

Stai proprio diventando un «cover boy»…!

mauro ha detto...

ti facevo più basso.sarà la tv che slancia....

andrea 403 ha detto...

@mauro, ero in piedi, non ero seduto...

Anonimo ha detto...

ecco , me lo sono perso ... io arrivo sempre tardi arrivo :(

ah auguri , un po in ritardo anche quelli temo ... :)

nebbia

ps : dai non sei grasso, forse un po diversamente magro :)

andrea 403 ha detto...

Lo ridanno (credo per l'ultima volta) la notte del primo gennaio alle 00:10 dopo il Letterman Show. E se no ti mando il dvd e siamo a posto :)

Io non è che sono grasso, è che ho la pancia, è per questo che in tivù, con tutti quei primi piani sono più snello.

andrea 403 ha detto...

ah... ci sono ancora gli auguri di buon anno... ma per quelli c'è domani, dopodomani...

sparidinchiostro.com ha detto...

Due valigie di libri, un sacco di birre artigianali, la pentola per le patate, ah... quasi dimenticavo... il dvd di fumettology... Quando ci vediamo?

andrea 403 ha detto...

Quando ci vediamo?

presto, vado a mettere la birra in frigo...

Marco Bertoli ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marco Bertoli ha detto...

https://www.youtube.com/watcappare un esagitato che gesticola e parla concitato... sono io.

Non devi dolertene, lo «stile concitato» è esteticamente legittimo almeno dal 1638 (Combattimento di Tancredi e Clorinda di Monteverdi).

milo temesvar ha detto...

Ecco, io vengo a Milano (anche) per la mostra di diabolik così forse incontro 403 e poi scopro che lo fanno in tv

andrea 403 ha detto...

Ossia: tu vieni a milano (anche) per la mostra di diabolik così forse m'incontri e neanche avverti?... Ma bravo...

milo temesvar ha detto...

hai ragione, ma mi sento di dare la colpa all'(anche)

Marte ha detto...

A me più che altro sembri bello. Nel senso totale del termine. Insomma, a me sembri li come qui.
Più che una rivelazione, una conferma.
Ma in merito non c'erano dubbi.

andrea 403 ha detto...

Ecco, mi hai fatto arrossire...

ShareThis