Recent Posts

venerdì 13 luglio 2012

nelle ultime 36 ore

Ieri ho lasciato casa dei miei al mare, in toscana, alle ore tredici. Ho messo piede a casa mia a milano alle ore ventidue. Il tutto perché – con giorni di anticipo – trenitalia ha cancellato il treno su cui ero prenotato e non ha ritenuto opportuno avvisarmi.

Arrivo qui e scopro che qualcuno, in mia assenza, non ha chiuso bene la porta del mio frigo (a volte capita che, in mia assenza, casa mia venga adoperata da altri, per esempio come sala prove) ho dovuto buttare tutte le scorte di cibo lì conservate (su cui, per altro, contavo per la cena).

Stamani, all'alba, sono a un ospedale. Niente di che, ho bisogno che in fine qualcuno verifichi quanto sono ciecato da vicino, così finalmente mi potrò far fare un paio di occhiali.
Pago il ticket, scendo sotterra nell'area degli ambulatori e, dopo un po' di attesa, riesco a dare il mio foglietto all'infermiera che si occupa dell'accettazione.

L'infermiera – rotondetta, aria simpatica, molto gentile – per tutto il tempo non smette un attimo di parlare da sola. Continua a dirsi fitta fitta "la camomilla devo prendere al mattino! mica il caffé! basta caffé, solo camomilla" e poi fa spesso cenno, in modo oscuro, a una certa "missione su marte".

Della missione su marte poi ne dice anche a me, al momento di congedarmi. Credo volesse intendere che ci sono i soldi per andare su marte ma non ci sono i soldi per prendere una stampate a loro. Il numero di pratica che mi servirà un domani per aver copia della documentazione medica, infatti, me lo scarabocchia su un'etichetta autoadesiva appiccicata a un pezzetto di plastica (e un po' la calligrafia, un po' che da vicino sono ciecato, se no non sarei lì, io quel numero mica l'ho ancora capito bene).

Ecco comunque sono tornato.

4 commenti:

Shapa ha detto...

Appena lo capisci ti spediscono su Marte, attento!

Marco Bertoli ha detto...

Hai identificato il colpevole del frigorifero?

milo temesvar ha detto...

"mi casa es tu casa", e così vanno in malora le provviste

andrea 403 ha detto...

@Shapa, allora sto tranquillo,in 'sto periodo capisco meno del solito!

@Marco, l'ho sempre saputo, son quelli di Rosa Luxemburg (maledetti comunisti!)


@milo questi detti ispanofoni saranno la mia rovina...

ShareThis