Recent Posts

martedì 19 novembre 2013

scrivere in versi

Ieri ho dovuto scrivere una scena in cui una donna adulta scoppia a piangere.

Ci sono volte in cui invidio chi scrive Topolino. In pratica tutte le volte che in Diabolik ho problemi con le onomatopee.

Fate piangere un personaggio disney: BWAAAAAA! SOB! SIGH! e infine SNIF...

Fate piangere un personaggio di Diabolik, se ha meno di un anno, ok: UEEEE! ma se ne ha trentacinque?

Sì, ci sono volte in cui invidio, decisamente, chi scrive Topolino.


7 commenti:

Marco Bertoli ha detto...

Piange per amore, immagino? Tu falle pronunciare il nome dell'amato («Oh, Gilberto Kramer! Oh, oh, oh, Gilberto Kramer!»).

Marco Bertoli ha detto...

Urka, c'è davvero Gilberto Kramer:

https://www.facebook.com/gilberto.kramer

MikiMoz ha detto...

Il problema del fumetto italiano è che è sempre troppo poco... sensoriale, passami il termine.
Altrove giocano molto anche coi baloons, per far capire lo stato d'animo, una voce che si fa tremolante, e magari che scoppia in un pianto...

Moz-

Marco Bertoli ha detto...

E se fosse una che piange in silenzio?

MikiMoz ha detto...

Lì deve intervenire il disegnatore, a farcelo capire... E' un fumetto dopotutto, immagini e testo :)

Moz-

andrea 403 ha detto...

Certo che è un fumetto... e se fosse un fumetto disney il disegnatore potrebbe fare dei bei lineamenti deformati e due zampilli di lacrime che escono tipo fontana, secondo me, alle volte, anche i nostri disegnatori invidiano i disegnatori disney.

Comunque, marco, immagini male, l'amore c'entra pure, ma lei erompe in un pianto disperato pensando di dover morire di lì a poco.

In ogni caso Gilberto Kramer ha una bella faccia da cinema anni '70.

andrea 403 ha detto...

(comunque la scena l'ho sistemata, in qualche modo ho fatto, grazie per l'interessamento)

ShareThis