Recent Posts

martedì 2 ottobre 2012

no comment

Io so che voi, qui, siete pochi e commentate mal volentieri. Con questa serie di post in corso, su un argomento così comunemente ammutolente quanto il suicidio, poi, mi aspetto ancor meno del solito. Però, se vi venisse voglia di commentare questi post di lucrezia (e a lei farebbe di sicuro piacere) c'è una cosa da ricordare.


A causa del fatto che vive in un'isoletta sperduta nei fiordi del mare del nord (o in qualche altro posto di altrettanto scomodo da raggiungere, mica so bene bene) ci sono dei tempi tecnici per le sue repliche. Inizialmente la spiegavo così:
Lucrezia potrà anche rispondere ai vostri eventuali commenti, ma comunque lo farà coi tempi decisi dal battello postale. Io devo stampare, spedire, la busta deve arrivare lassù, aspettare nell’ufficio delle poste il giorno in cui il battello fa la consegna, lei deve leggere, rispondere, aspettare il giorno in cui il battello ripassa, consegnare la busta e infine io devo riceverla e ribattere nel blog i suoi commenti. Insomma, bisognerà aver pazienza.

3 commenti:

milo temesvar ha detto...

Certo fa un po' effetto non sapere se il commento sarà arrivato in tempo

andrea 403 ha detto...

Questi racconti sono storia antica, riguardano la sua travagliata giovinezza che si è ormai lasciata alle spalle (ma non da così tanto tempo da aver paura che da qui all'arrivo del postale lei possa esser morta di vecchiaia), insomma, a mio parere si può commentare tranquilli.

milo temesvar ha detto...

ok, mi preoccupavano solo i tempi morti

ShareThis