Recent Posts

martedì 11 ottobre 2011

mars happy nation, sit on my karma...

Non certo l'album più famoso di david bowie, ma io quell'anno Earthling l'ho quasi consumato a forza d'ascoltarlo. Più ancora delle canzoni (per altro molto apprezzabili) furono i suoni di quest'allbum a conquistarmi. Quello sotto è il singolo che fece più successo.


David Bowie – Little Wond  er (Earthling, 1997)

4 commenti:

ehvvivi ha detto...

che l'è 'sto rumore?

403 ha detto...

musica per giovani cinquantenni...

paolazan ha detto...

ma cos'è questo coagulo di affinità/coincidenze? libri autori tedeschi svizzeri austriaci david bowie le anguille...
la mia riflessione presente sulla lettura viene da un'immagine: andando in bici (io solo occasionalmente metrò ma non leggo sono più attratta dalla fauna quando capita è uno spettacolo raro e non posso perdermelo isolandomi con un libro...) sul naviglio mi sono imbattuta in un lettore da panchina come fosse in vetrina al parco pozzi. l'altro ieri era a quattro quinti ieri lo ha finito. libro sulle 350 pagg. poi l'ho incrociato in bici, tascapane a tracolla. aria sognante. o meglio da risveglio! ora lo monitoro. 
l'incremento di un milione di lettori nell'ultimo anno in italia, lo diceva la lipperini su radio3 fahre... è significativo e visibile.
ma che fine ha fatto il book-crossing?

403 ha detto...

In metrò, finché non ho cominciato a prenderlo quotidianamente, avevo il tuo stesso atteggiamento da naturalista.

Coincidenze su autori germanici e bowie non mi paiono così strane, le anguille già di più.

Sul bookrossing, ho appena proposto a un'amica che voleva disfarsi di alcuni testi in inglese a non metterli nel bidone del riciclo ma a darli a me, mi sa che li libererò nel metrò (all'aperto temo si vada incontro alla stagione sbagliata).

ShareThis