Recent Posts

sabato 27 agosto 2011

ancora acta domiendi

un giornale
Sogno di andare in edicola e di comperare una copia de “L’Espesso Light” il settimanale dietetico con un minor contenuto di cazzate.
 
Notte tra il 10 e l’11 luglio 1992
 
---
prendo moglie
Sogno di prender moglie (una donna di fantasia, che non conosco nella vita reale) e sogno di rispondere in rima a chi mi fa notare che la mia nuova compagna non è un campionessa di presenza a sé stessa.
 
Certo è un po’ svanita
Ma non mi spaventa
Gode nella vita
Sol colui che s’accontenta.
 
Notte tra il 5 e il 6 novembre 1997

---
una malattia
Sogno di studiare una nuova malattia che si sta diffondendo ai giorni nostri, si chiama “disfunzione terminale” ed è un malanno dall’esito mortale, che attacca per prime le punte delle dita di chi digita alla tastiera dei terminali dei computer.
 
Notte tra il 30 luglio e il primo agosto 1998
 
---
un finale di fiaba
Alla fine il bellissimo e ricchissimo principe e la bellissima principessa si sposano, il tutto nel libro è illustrato da una fantastica illustrazione che mostra a pieno bellezza e opulenza di festeggiati e invitati, nonché il lusso estremo della reggia in cui i due sposi avrebbero da lì in poi vissuto.

l libro si chiude con queste parole:
«E vissero tutti felici e contenti…
(non fecero 
poi molta fatica)»
 
Sognato il 16 settembre 1995
 
---
un film
Sogno di scorrere la pagina dei film del Corriere della Sera e noto, con un po’ di stupore, che danno il film “Nove settimane e mezzo chilo di mortadella”. Probabilmente un film in cui trionfano i piaceri della carne, in senso proprio e in senso lato.
 
Notte tra il 29 e il 30 giugno 1998
 
---
un’autobiografia
Sogno di leggere un libro. S'intitola: “Radioutensile – diario di una donna grigia”. Sono le memorie di una super eroina robot attiva negli anni ’60. Il titolo, sarcastico, si riferisce al fatto che veniva guidata, via radio, dallo scienziato che l’aveva creata, nelle sue azioni contro il male e contro le oscure minacce che incombevano sul pianeta. Il sottotitolo fa riferimento al colore del proprio corpo: grigio-ferro.
 
Notte tra il 20 e il 21 febbraio 1999
 
---
mi metto a dieta
Sogno che devo attenermi rigorosamente alla “dieta mediterranea” che però, nel mio caso, consta essere costituita unicamente da tanta, tanta, tanta acqua salata.
 
Notte tra il 28 e il 29 agosto 1998
 
---
bizantinismi politici
Sogno di leggere un “lip(r)ogramma elettorale” ossia un programma elettorale di un partito politico, stilato evitando con attenzione l’uso di una data vocale. E penso che non è certo facile parlare, per esempio, di “posti di lavoro” senza mai usare la lettera “o”.
 
Notte tra il 7 e l’8 aprile 1998
 
---
un gruppo musicale
Sogno una band ska piemontese. Si chiamano “raudi caudi” sono bravi, trascinanti in concerto, loro particolarità è l’uso di petardi nel corso dell’esecuzione dei brani. Ogni tanto un loro brano si blocca sul più bello, il cantante accende un raudo (uno di quelli gialli che si accendono a sfregamento) tutti si fermano all’improvviso, per un istante sul palco regna un silenzio irreale, carico di attesa, e all’esplodere del petardo la musica riprende più potente e sincopata che mai.
 
Notte tra il 5 e il 6 agosto 2000
 
---
dallo psicologo
Sogno psicologo e paziente. Fanno il gioco delle libere associazioni che – facendosi sempre più serrato – si trasforma in una partita di morra.
 
Notte tra il 18 e il 19 marzo 1995



0 commenti:

ShareThis