Recent Posts

venerdì 18 marzo 2011

dove penso alla patria (e ho un po' di mal di gola)

Ieri mattina mi sono svegliato e, ancora prima di aprire gli occhi, sono stato colto da due consapevolezze: una era che era il centicinquantesimo anniversario dell'unità d'italia e l'altra era che avevo un po' di mal di gola.

E poi, sempre prima di aprire gli occhi (che io mi alzo piano quando vo al lavoro, figuriamoci quando è festa), mi sono chiesto come cazzo ero riuscito a prendermi il mal di gola e, soprattutto, mi sono detto che io sono contento di abitare nello stesso posto dove ci sono napoli, palermo, bressanone, barletta, roma (giusto per nominare qui solo un po' di posti dove sono stato e mi sono sentito a casa, ma io ne ho pensati di più, che sono molti di più).

Poi mi sono alzato... però, mentre mi lavavo i denti, mi sono anche detto che sì, sono proprio contento di abitare nello stesso posto in cui ci sono napoli, palermo, bressanone, barletta e roma, però, se fosse lo stesso posto in cui ci sono anche barcellona, londra, lisbona o soustons (paesi baschi francesi), non è che sarei meno contento... e che, in fin dei conti, io, di mio, mi sono sentito a casa anche quella volta – tanto tempo fa – che sono stato a managua...

Però alle olimpiadi io tengo all'italia, è un po' strano.

Poi, finito di lavarmi i denti, ho constato che il mal di gola non c'era più, era una cosa passeggera.

(non è che ho ripreso a postare – per carità! – è questa settimana che è strana)

19 commenti:

ehvvivi ha detto...

io ieri ho dormito tutto il giorno.
e ho visto un paio di film.
sul terzo mi sono riabbioccata e ho dormito altre 10 ore.

ehvvivi ha detto...

nostra patria è il mondo intero, nostra legge è la libertà

403 ha detto...

> nostra patria è il mondo intero

sì, certo, certo, però poi alle olimpiadi tengo l'italia, com'è?

quanto a ieri io non ho dormito ma mi sa che hai combinato di più tu: almeno hai visto un paio di film :)

anonimo ha detto...

Anch'io tengo sempre all'Italia! E siccome ho studiato le storie, secondo l'esortazione del Foscolo, mi sono convinto che quelle del Risorgimento sono state le più belle generazione di italiani – dunque, in effetti, prima dell'Italia unita. Ma loro all'Italia unita ci hanno tenuto fino alla morte, in molti casi, e se facessi mostra d'infischiarmene mi metterei a livello di un leghusta qualsiasi. Per questo io ho festeggiato (dentro di me) i 150 anni, ieri, anche pensando a loro.

Raglia raglia giovane Itaglia!

Ipofrigio

anonimo ha detto...

Il leghusta qualsiasi (e anche quello non quaslasi) pensa che la sua patria non sia l'Italia ma qualcosa di più piccolo, molto più piccolo, oserei dire meschino: una regione, una provincia, un quartiere, la sua stanza, la sua metà del letto...
Io penso invece che la mia patria non sia l'Italia ma qualcosa di più grande, molto più grande: il mondo intero, come sono contento che ricordi anche ehvvivi e spero molti altri.
Alle Olimpiadi non tifo per nessuno, anche perché gli sport mi annoiano tutti. Mi annoia farli (per nuotare più di mezz'ora ho bisogno di un podcast da ascoltare nel frattempo) ma mi annoia più di tutto guardarli fare ad altri e non riesco neanche a immaginare un motivo per cui dovrei sentirmi più partecipe o contento delle vittorie o delle sconfitte dell'uno anziché dell'altro di quei noiosi tizi sudati.
Il tifo calcistico, poi, è nella top ten delle cose che odio: lo odiavo da piccolo, quando mio papà portava me e mio fratello alle partite del torneo di Viareggio (io mi annoiavo e mio fratello si divertiva); ho continuato a odiarlo quando negli ambienti che frequentavo faceva figo odiarlo; e ho ulteriormente continuato a odiarlo quando negli stessi ambienti è invece diventato figo vantare il proprio tifo sfegatato e finalmente libero di esprimersi...

Ciao

a

anonimo ha detto...

Sì, tutto giusto, per carità. Io sono contento che l'Italia sia una (perché penso che abbiamo tutti da guadagnarci), visto che di questo si parlava e che questo, ieri, si festeggiava, senza niente voler togliere agli ideali di fratellanza e amore universale, né alle melodiose canzoni degli anarchici di cent'anni fa.

Ipofrigio

liberipensieri ha detto...

Io sto bene dovunque vada e mi sento ovunque a casa mia...
però... eh, la Nazionale non si tocca!!!


Olimpiadi... di meno, devo ammettere...

Ciao, a presto.
 

ape_e_basta ha detto...

anche io Cittadina del Mondo[IMMAGINE]...e alle Olimpiadi mi commuovo sempre per chiunque sale sul podio[IMMAGINE]...ma forse non sono normale!

anonimo ha detto...

Ape e Basta, sei parente di Ape e Cue?

ape_e_basta ha detto...

cugini ....non cigini!

403 ha detto...

Ipo, non importunare le mie commentatrici!

Ape, benvenutra!
Questa cosa del commuoversi per chiunque è un po' strana, ma è bellina, è un po' da commedia francese: lei che prepara da mangiare e le cade l'occhio sulla tv con una premiazione, lei non sa neanche di che gara sia e le vengono comunque i lucciconi... ehm... mi sono lasciato un po' andare, ok... 
io invece tengo all'italia, l'ho detto.

liberipensieri, ognuno ha i suoi beniamini... io sul calcio sono un po' freddino (non come alessandro, ma comunque freddino).

ape_e_basta ha detto...

Si, cigini da parte di madre[IMMAGINE]

ape_e_basta ha detto...

@403: ebbene sì,io sono un pò così! effettivaamente ora che ci penso mi sento un poco idiota[IMMAGINE] 

403 ha detto...

Fai male, io avevo in mente una scena alla Amélie Poulain (lo so, lo so, non fo che nominarla in questo periodo, ognuno ha le sue fille) e tutto si può dirle tranne che sia un po' idiota...

ape_e_basta ha detto...

[IMMAGINE]

anonimo ha detto...

ognuno ha le sue fille

et Amelie est une jolie fille, n'est-ce-pas?

403 ha detto...

Bien sûr!

animanina ha detto...

ho abbracciato la coerenza nell'incoerenza di recente,
quindi, qual'è la regola? nessuna


almeno quì,dai 

403 ha detto...

non mi sto fustigando... semplicemente m'incuriosisco da me.

ShareThis