Recent Posts

venerdì 29 ottobre 2010

don't care when you go / how long you stay

Il blues incontra l'hip hop nell'ultimo disco di R.L. Burnside, uscito l'anno prima della sua morte. Il brano (versione originale di B.B. King) è stato rimissato da Lyrics Born che ha aggiunto la parte rappata.


R.L. Burnside (feat. Lyrics Born) – Someday Baby
(da "A Bothered Mind", 2005)

7 commenti:

anonimo ha detto...

R. L. Burnside, come bluesman, vale poco o niente, ma sul personaggio e più in generale sul suo entourage, la Fat Possum Records, Jay McInerney ha scritto una decina di anni fa un bellissimo articolo, mi pare per l'Atlantic Monthly: puoi leggerlo qui

http://realdeepblues.blogspot.com/2009/08/two-classic-rl-burnside-articles.html


è il secondo articolo ("White Man at the Door").

Ipofrigio

403 ha detto...

R. L. Burnside, come bluesman, vale poco o niente

ma 'sta commistione tra blues e rap a me piace proprio

alsoit ha detto...

stessa operazione che hanno fatto gli Slo Leak (Danny Kortchmar & Charlie Karp) in New Century Blues, qui in House of Cards.
Gran bell'album, io ce l'ho, me l'ha regalato Danny!

http://www.youtube.com/watch?v=DtHf_LjPfz0

403 ha detto...

Sono arrivato quasi in fondo, ma quando arriva il rap?

:)

alsoit ha detto...

non è rap, è blues arricchito di hip hop, campionamenti house e altre contaminazioni urbane (ah, come mi piaccio quando parlo così!)

403 ha detto...

Allora va sentito su disco, non dal vivo!
:)

alsoit ha detto...

compratelo! eheheheh...

ShareThis