Recent Posts

venerdì 31 luglio 2009

due film...

Per il primo devo aspettare il 30 ottobre:




Il secondo invece uscirà il 5 marzo 2010:




Trepido più per il primo che per il secondo. Staremo a vedere.

Sul mio sogno di vedere un film sviluppato a partire da The Doubtful Guest, invece, credo che debba farmi semplicemente una ragione e mettermi quieto...

(ispiratomi da paul the wine guy)

mercoledì 22 luglio 2009

sentirsi sessista

Avevo scritto un lungo e menoso post sull'uso nella lingua italiana dei nomi professionali al femminile. Poi Firefox, con uno squallido escamotaggio, è riuscito a cancellarmelo prima della pubblicazione.

Anche alla mia pedanteria c'è un limite. Non lo riscrivo.

Però, visto che la molla del tutto era la voglia di sfogarsi, mi sfogo uguale. Sto scrivendo la sceneggiatura di una storia che presumibilmente leggerano (parecchie) decine di migliaia di persone (quindi, visto che le parole sono importanti e che sono specchio - ma anche pungolo - del modo di pensare della gente, io un po' di responsabilità nella loro scelta la sento).

In questa storia c'è un personaggio importante che si chiama Elena. Secondo me Elena è un'avvocata (no, la mamma di Nostro Signore non c'entra, questa qui lavora in tribunale), secondo altri è un avvocato (ma non è possibile che io arrivi a chiamare così una femmina in una mia storia). Visto che "avvocata" non me la fanno chiamare, alla fine il compromesso sarà che Elena farà l'avvocatessa.

E io, ogni volta che scriverò "avvocatessa", mi sentirò costretto a essere un filo sessista, bleah!

Lo so, ci sono problemi più grandi di questo...

(e non solo al mondo, anche nella mia vita :)

(però mi volevo sfogare, lo stesso)

baci

martedì 14 luglio 2009

ma come si fa...

Come si fa a far scioperare un blog scioperato come questo?...

Mica è facile... magari, mettendo un disegnino...

venerdì 10 luglio 2009

un anno fa come ora...

Ho trovato una mail di un anno fa che scrissi a un'amica. Fotografa bene la situazione in cui ero. A volte guardare indietro fa bene. Guardare dov'eri ti fa capire meglio dove sei arrivato.

Pubblico qui la mail, così, a mia futura memoria (e anche perché io, rileggendola, l'ho trovata buffa, lo ammetto).

---

tu sei lì che mugini e rimugini... poi ti decidi e mandi alla tua quasi ex fidanzata una mail in cui poni delle questioni... avanzi delle richieste... dichiari una tua disponibilità a provare a tornare assieme... quindi resti davanti al computer cercando di lavorare ma, per davvero, attendo una risposta e basta...

ad un tratto PING

apri con un po' di apprensione, il cuore accelerato, e ti trovi una breve mail di paolo che risponde a una mail di alberto in cui si segnalava l'esistenza di un frate che suona musica metal...

(come sai le mail sono SEMPRE in copia a tutti gli altri amici del gruppo)

cancelli la mail deluso e torni in attesa finché PING

una breve mail di stefano che dice che del frate metallaro ne ha parlato anche raitré domenica

cancelli la mail deluso e troni in attesa finché PING

una breve mail di paolo che saluta stefano, lo saluta e basta

cancelli la mail deluso e troni in attesa finché PING

una mail di paolo sulle prossime prove dei pelox

cancelli la mail deluso e troni in attesa finché PING

una breve mail di alberto che spiega che lui del frate metallaro ne ha sentito parlare su italia uno

cancelli la mail deluso e troni in attesa finché PING

una breve mail di gianni che, in risposta alla mail di paolo sulle prove, ridice tutto quello che già aveva detto paolo...

cancelli la mail deluso e troni in attesa finché PING PING PING PING PING PING

una mail di stefano, due di alberto e tre di gianni...

le cancelli tutte, senza leggerle e togli l'audio al computer che ti sei rotto i coglioni di 'sti ping... e per quella là che non scrive pazienza, tanto quella risponderà, forse, magari, (e non è detto) per telefono quando uscirà dal lavoro stasera, sul tardi, (ma non è detto) che già lo si sapeva che a quella lo scrivere mail fa venire l'orticaria...

buon giornata
a.


---

Questa storia non ha un lieto fine, perché poi tornammo assieme per davvero

(ma solo per il tempo strettamente necessario a rovinarci le vacanze e bòn)

però, poi, ci dicemmo addio per sempre, a settembre, all'Ikea di Corsico, dandoci appuntamento lì apposta (l'Ikea era stata uno dei pochi posti in cui eravamo stati devvero felici).

a suo modo un'esperienza strana e struggente, "dirsi addio per sempre nel parcheggio dell'Ikea", a me come titolo non dispiace neppure...

ecco basta, era solo una cosa mia, piccola piccola..

ShareThis