Recent Posts

venerdì 28 settembre 2007

com'è che ora non ridi più?

La paura fa '60 (5)

Un'altra prodezza del paroliere più famoso d'italia. Devo dire che ci mette del suo anche il signor Gianni Pettenati (& The Juniors). Ascoltato oggi il suo cantato/parlato/cantato sembra quasi parodistico.

E poi... quelle "u" così chiuse... (giuuuu, tuuuuu)


(Gianni Pettenati & The Juniors - Come una pietra che rotola - 1966)

... roba da far rivoltare il povero Bob Dylan nella tomba :)


(Bob Dylan - Like a Rolling Stone - 1965)

9 commenti:

403 ha detto...

Copincollo da un'intervista a Ganni Pettenati: "Mi sentivo un cantante melodico, e il mio primo disco lo fu, si chiamava Siamo alla fine ed era un successo di Tom Jones. Poi mi obbligarono ad incidere la versione italiana del famoso Like a Rolling Stone di Bob Dylan. S'intitolava esattamente come nell'originale, Come una pietra che rotola." (il grassetto è mio)

403 ha detto...

ah... per chi non lo avesse capito, il paroliere in questione è Mogol...

ehvvivi ha detto...

ma cosa ti aspetti da uno che è passato alla storia della canzone italiana per aver scritto: non piangere salame dai capelli verderame?

pbeneforti ha detto...

vuoi mettere le "ùa" di "giùa", "tùa", "sùa"? :D

403 ha detto...

vivi "non piangere salame dai capelli verderame" se non altro ha una musicalità che "a far la pietra pietra che... sta rotolando giuuuu" mi pare abbia un po' meno :)


paolo sì, hai colto, con quel "quasi parodistico" mi riferivo proprio a Olmo...

flimsy ha detto...


ahahahhaah

le tue ricerche continuano ;)


Buona domenica caro


403 ha detto...

... e a te buona settimana!


un abbraccio

sparidinchiostro ha detto...

Raccapricciante.

Poi non ti lamentare se, quando sento qualcuno che canta strillando come un papero, mi vieni in mente tu.

Abbraccio

P.

403 ha detto...

Spari... e sapessi cos'altro ho tra i miei dischi più oscuri...


baci e abbracci

ShareThis